/ ore
area riservata webmail Contatti

Anno 2014

2014: anno dell'agricoltura a conduzione familiare

Il Consiglio Informale dei Ministri dell’Agricoltura, che si è tenuto a Vilnius dall’8 al 10 settembre 2013, ha avuto come principale oggetto di discussione il futuro dell’agricoltura a conduzione familiare. Il tema è stato affrontato in vista delle iniziative programmate per il 2014, dichiarato dalle Nazioni Unite Anno internazionale dell’agricoltura a conduzione familiare. La Presidenza lituana ha individuato tre priorità per promuovere lo sviluppo di tale tipo di agricoltura: sottolinearne il valore quale modello per realizzare una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva; creare un quadro istituzionale favorevole; rafforzare l'agricoltura a conduzione familiare all'interno della catena di approvvigionamento alimentare.
Nel corso della riunione i ministri dell’agricoltura hanno dunque discusso delle questioni ancora in sospeso in merito alla riforma della PAC (gli aspetti legati al Quadro Finanziario Pluriennale 2014-2020 quali il capping e la degressività dei pagamenti diretti) e alle norme transitorie per il 2014, ma hanno anche dato spazio al dibattito sul tema dell’agricoltura a conduzione familiare.  
Roberto Poggioni, Presidente della Federazione Nazionale Impresa Familiare di Confagricoltura (FNIFC), sottolinea come sia necessario porre attenzione a questa forma societaria che ad oggi rappresenta ancora quella più diffusa in agricoltura. “È cambiata la tipologia dell’impresa agricola, le famiglie non sono più numerose come una volta, per contro le imprese sono chiamate ad essere competitive, quindi, al di là della forma societaria, bisogna essere imprenditori, saper stare sul mercato ed aggiornarsi cogliendo i trend del momento. È dunque corretto ed importante che ci si interroghi per individuare ed attuare azioni politiche, sia a livello europeo che nazionale e regionale, tali da migliorare la sostenibilità delle aziende agricole a conduzione familiare. Servono azioni di sostegno all’innovazione e alla redditività di lungo termine, incluso il trasferimento di terreni, l'accesso al capitale e una revisione complessiva della legge sui contratti d’affitto”.
All’interno del sistema associativo di Confagricoltura l’Impresa Familiare è una componente molto rappresentativa, nonostante il trend di crescita costante registrato dalla società di capitali, e rappresenta l’elemento di tradizione di un’agricoltura che, in ogni modo, non vuole rifuggire l’ammodernamento.
“Molti agricoltori di oggi sono figli di agricoltori – commenta Poggioni – è forse ancora uno dei pochi mestieri che si tramanda da padre a figlio, ma sarebbe insensato pensare di esercitarlo come i nostri nonni. Certamente l’età pensionabile in agricoltura non è un parametro significativo e specialmente all’interno dell’impresa familiare collaborano sovente tre generazioni”.

Le nostre sedi

Trova la sede
di ENAPA
più vicina a te

Cerca la sede
  • Carta Servizi